Musei Roma da visitare: il Museo Nazionale Romano di Palazzo Altemps

Nelle vicinanze di Piazza Navona è situata una delle sedi del Museo Nazionale Romano nel Palazzo Altemps: tra le opere delle collezioni e mostre temporanee.

Non basta una sola giornata per visitare il Museo Nazionale Romano. Il museo, infatti, si è trasformato nel tempo e dalle Terme di Diocleziano, sede originaria si ingrandisce interessando altre tre diversi sedi del centro di Roma: Palazzo Massimo, Crypta Balbi e Palazzo Altemps, di cui oggi vi parlo. Dal 1889 ad oggi il Museo Nazionale raccoglie reperti, sculture e collezioni che testimoniano la variegata storia di Roma, ripercorrendo le origini culturali, sociali e religiose attraverso raffinati esempi d’arte.
Palazzo Altemps noto anche come Palazzo Riario, perchè progettato da Melozzo da Forlì per Girolamo Riario, fu dimora del cardinale austriaco Marco Sittico Altemps e della sua famiglia fino all’800. Maria Altemps si sposò proprio in questo palazzo con Gabriele d’Annunzio. Ecco le collezioni e le mostre da vedere:

Immagine di Potere

Una mostra fino al 17 luglio del fotografo francese Olivier Roller che ripercorre attraverso 18 opere le immagini del potere. In occasione de “La Francia in scena” organizzata dall’Institut Français di Roma, il fotografo ritrattista esplora il potere dalla fisionomia degli uomini del passato: Giulio Cesare, Luigi XIV, gli dei e i protagonisti delle più famose sculture antiche. Gli uomini di ieri affiancati ai ritratti di uomini contemporanei, personaggi illustri dello star system, banchieri ed aristocratici consapevoli della loro forza, ma anche dell’illusione che si nasconde.

Collezioni

La collezione Altemps che prende il nome dal cardinale Marco Sittico Altemps, con la passione per la statuaria antica è stata la più smembrata. Potrete però vedere Ercole giovanile, un atleta in riposo, una Menade e una Demetra, e le sculture dello scalone monumentale. La collezione Boncompagni Ludovisi appartenuta al cardinale nel 1621-1623, rinvenuta nei pressi delle sue proprietà tra Pincio e Quirinale, ha tra i suoi pezzi più importanti il Galata suicida, l’Athena Parthenos, il sarcofago Grande Ludovisi, il Trono Ludovisi con il bassorilievo della nascita di Venere, e l’Ares Ludovisi, una copia romana di un originale greco attribuito a Scopa o a Lisippo. Soffermatevi poi a vedere le origini di Roma raccontate nel frammento del sarcofago (170-180 d.C) appartenuto alla collezione Mattei, i rilievi capisaldo degli studi sulla statuaria antica nella Loggia Meridionale della collezione del Drago e la collezione di reperti egiziani e di maestranze romane, provenienti dall’area del cosiddetto Iseo e Serapeo Campense, il tempio dedicato ad Iside e Serapide nel Campo Marzio.

Orari

Aperto dalle 09.00 alle 19.45 dal martedì alla domenica. Venerdì dalle 09.00 alle 23.00.

di Simona Pahontu

Lascia un commento