CONVERSAZIONI SU ARTISTI E VINO : CÉZANNE

“L’approvazione degli altri è uno stimolante del quale talvolta è bene diffidare”. Paul Cézanne

Così come il buon vino arricchisce la raffinatezza dell’uomo, la grande pittura lo rende sensibile e attento agli stimoli. Non c’è da stupirsi se pittura e vino nella loro storia hanno avuto numerosi incontri, perché il vino non è esclusivamente materia e colore, ma luminosità e metamorfosi.

Tutte le facoltà sensoriali al di fuori dell’udito sono stimolate dal vino: la mano che afferra il bicchiere, l’olfatto che si inebria, il gusto e la vista incantata dai riflessi del rosso e dalle sottili sfumature dei bianchi. Le grandi civiltà pittoriche sono da sempre legate al vino, il vignaiolo come il pittore ha una sua tavolozza, ha i suoi pennelli: presiede e mescola, dosa e trasforma, gioca con le leggi naturali che presiedono alla fermentazione e all’evoluzione del vino.

La complessità del vino e del mondo della vigna ha delle assonanze con la complessità del mondo dell’artista che si trova a trasformare colore e materia in qualcosa di unico che entra nello spirito dell’altro attraverso i sensi e va oltre stimolando vissuti, ricordi ed emozioni complesse.

Nasce così l’idea delle “CONVERSAZIONI SU ARTISTI E VINO” dove dopo aver tratteggiato la personalità di alcuni grandi pittori e aver guardato con occhio nuovo alcune loro opere proveremo ad abbinare alla loro personalità tre vini che per struttura e carattere ci ricordino quell’artista e che loro stessi avrebbero potuto idealmente scegliere.

Alessia Gemmo, pittrice e psicologa che lavora con l’arte e Marco Mitola sommelier di Arte&Vino vi accompagneranno in questo percorso di scoperta con l’idea di regalarvi nuovi stimoli e la piacevolezza di nuovi profumi, sapori e colori.

Nel secondo incontro della rassegna parleremo del grande PAUL CÉZANNE e delle sue opere, percorrendo un viaggio ideale tra i suoi luoghi di origine : il Piemonte, l’infanzia e giovinezza in Provenza e poi il suo percorso nel resto della Francia, in un parallelo tra la lettura dell’opera d’arte e  degustazione.

Vini della serata :

– Côtes de Provence Rosé “Huit La Londe”  2015 – Les Valentines

– Barbaresco Rabajà 2013 – Giuseppe Cortese

– Sauternes 1er Cru 1995 – Château Rabaud Promis in abbinamento a crostini di Roquefort e foie gras

Venerdì 17 febbraio 2017 ore 21.00 presso Artemente Atelier – via Flavio Busonera 86 – Abano Terme PD – www.artementeatelier.it

Contributo partecipazione € 25
Soci Arte&Vino € 20
da corrispondere in loco la sera dell’evento.

Posti limitati.

Prenotazione obbligatoria a : segreteria.artevino@gmail.com o al numero 391/346.51.87